6 Ottobre 2012 – Criterium Nazionale Cadetti/e – Jesolo

CRITERIUM NAZIONALE CADETTE/I
80 m AD OSTACOLI COL RECORD
MICHELA VENEZIANO NON DELUDE:
RECOR PERSONALE
NEGLI 80 m AD OSTACOLI CADETTE

Sabato 06 ottobre, a Jesolo, Criterium Nazionale Cadetti/e, dove vi partecipano le atlete/i che hanno ottenuto il minimo di partecipazione, o hanno vinto il titolo Regionale, per tentare di conquistare il titolo Nazionale e per portare punti alla loro Regione. La P.B.M. è presente con due atlete che hanno ottenuto il minimo: Michela Veneziano negli 80 m ad Ostacoli e Giuseppina Pujia Nel Peso. La Lombardia è partita, giovedì 4 ottobre, con due pullman, da Milano, alla Volta di Jesolo, con ben 73 tra atleti e atlete. Entrambe le nostre due atlete gareggiano sabato mattina, sfortunatissima Giuseppina Pujia che nel scendere le scale mette male il piede e si sloga la caviglia destra, proprio quella di traslocazione e spinta nel lancio del peso, questo handicap sommato alla sua emotività le impedisce di gareggiare come avrebbe potuto e voluto, scende comunque in pedana per onorare la sua partecipazione, ma non le riesce di andare oltre un, per lei, modesto lancio di 9,60 m che la classifica 16°, 25 le atlete partecipanti. Negli 80 m ad Ostacoli, non delude, le aspettative, Michela Veneziano, che si riscalda con grande scrupolo, scende in pista alle ore 10,35 per disputare le batteria, per la qualificazione alle finali: dal 1° all’8° e dal 9° al 16° posto, determinata controllando al meglio l’emotività naturale, per eventi così importanti. Disputa una batteria impeccabile che la vede concludere 2° in 12”01, record personale (precedente 12”08) e quel che più conta le da il diritto di disputare la finale dal 1° all’8° posto con il 4° tempo di qualificazione, soddisfazione da parte dei: Genitori, Tecnici, del Vicepresidente, presenti, e grande entusiasmo di Michela. Si va rapidamente a mangiare un boccone per essere di ritorno per la finale che si disputa alle 14,30. Nuovo riscaldamento scrupoloso, Michela è raggiante, ma forse già appagata, è alla sua prima esperienza importante, scende in pista per la finale senza essere riuscita a ritrovare la concentrazione della mattina, pur partendo ottimamente, ma senza la giusta cattiveria, in una finale al fulmicotone, conclude la sua bella esperienza, comunque, ottimamente 8°, in Italia, in 12”37. Un’esperienza più che positiva avendo centrato la qualificazione delle migliori otto e il record personale.  BRAVA!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*