31 Marzo 2012 – 1° Prova Gran Premio Milano – Cinisello B. (MI)

E’ INIZIATA LA RACCOLTA PUNTI…….PER IL CAMPIONATI DI SOCIETA’
LE PUNTE DELLA P.B.M. FANNO A PIENO IL LORO DOVERE
SI APPROPRIA DELLA VETTA DEL PODIO:
1° E RECORD NEL PESO CADETTE GIUSEPPINA PUJIA
3° NEL TRIPLO CADETTE MICHELA VENEZIANO
2° NEI 1000 m RAGAZZI VITTORIO BRACCIA

Sabato 31 marzo, a Cinisello, 1° Prova Gran Premio Milano. Si inizia la raccolta punti, per accedere alla fase Regionale del Campionato di Società, Ragazzi/e e Cadetti/e, l’impegno richiesto non è così semplice, come potrebbe apparire all’occhio di un inesperto, perché non è sufficiente coprire il numero di gare richieste si devono ottenere, nelle varie specialità, anche risultati di prestigio, in modo tale da ottenere un punteggio elevato, altrimenti è tutto vanificato. Le nostre punte di diamante delle varie categorie, non deludono e portano a casa un bel bottino di punti, ora, visti i nostri punti deboli, si deve stimolare questi a migliorarsi e a dare un loro contributo adeguato alla comune causa. Nei 60 m ad ostacoli categoria Ragazze è Asja Mosconi a fare man bassa di punti, grazie ad una partenza bruciante e ad una buona tecnica nell’aggredire gli ostacoli, tecnica che la porta a concludere 9° assoluta con l’ottimo tempo di 11”18 che corrisponde a 715 punti; la seguono le altrettanto volenterose: Anna Mita 41° in 12”26, record personale (precedente 13”52) 565 punti e Paola Arcolin 60° in 13”02, 464 punti. Nei 60 m ad ostacoli Ragazzi, è Davide Bogani a mettersi in evidenza, attaccando gli ostacoli con discreta tecnica sino a concludere 7° in 11”02, 573 punti, seguito da: Pietro Da Re 38° in 13”56, 221 punti e Andrea Montagner 41° in 13”66, 209 punti. Nel Triplo Cadette debutto con il botto per Michela Veneziano, che fa un pieno di punti, parte un po’ titubante e tesa nel 1° salto con la misura di 9,35 m, poi, con un vento ballerino, nel 2° arriva più decisa, ma stacca circa un metro prima della pedana e atterra a 10,08 m (peccato), nel 3° non ha la stessa fluidità e atterra a 10,07 m, nel 4° ed ultimo salto, pur avendo il vento contro – 2,7 m/s, anche se ormai con le gambe stanche, fa un ottimo hop, un buon step e un più che discreto jump con il risultato di atterrare a 10,30 m, 771 punti, 3° posto, a soli 20 cm dal primo; bene anche per un’altra debuttante: Sara Bruscagin che atterra a 8,50 m, 513 punti e 10° posizione. Negli 80 m ad ostacoli Cadette, Michela Veneziano si porta alla partenza senza aver potuto recuperare dai quattro salti del Triplo, visto che non ha avuto quasi neppure il tempo per fare quattro stretching e già erano in procinto di partire, ma non si è certo lamentata o tirata indietro anzi ha dato tutto come una vera agonista, facendo una scorpacciata di punti, anche se potevano essere di più, conclude una bella gara 5° assoluta in 13”52, 762 punti. Nel Peso Ragazze, si mettono in luce: Daniela Chamba che con una bella e potente spallata lancia il peso a 8,29 m, 484 punti e si classifica 6°, non è da meno: ILaria Di Maio 8° con 7,58 m, 422 punti; Anna Mita 14° con 6,59 m, 335 punti; Paola Arcolin 25° con 5,79 m, 262 punti e Asja Mosconi 30° con 5,12 m, 201 punti. Nel Peso categoria Ragazzi, Davide Bogani lancia 6,98 m, record personale (precedente 6,80 m) e si classifica 15° con 280 punti e Pietro Da Re si classifica 20° con 6,52 m, 244 punti. Nel Peso Cadette si rivede la Giuseppina Pujia, indomabile come l’anno scorso; e con la giusta grinta e determinazione va a conquistarsi il posto sul podio che gli compete: 1° con la misura di 10,31 m, record personale (precedente 9,76 m) 774 punti, seguita da Vanessa Hrytsunyk 11° con 6,29 m, 356 punti. Nel Peso Cadetti è Davide Datola a cercare un posto al sole, scaglia l’attrezzo a 8,54 m ed è 14° con 410 punti. Nel Giavellotto Cadette, è sempre Giuseppina Pujia a capitanare il branco, con un lancio di 21,64 m, 485 punti, si classifica 9°, la seguono: Aurora Iorio 13° con 17,81 m, record personale (precedente 15,55 m) 363 punti; Sara Bruscagin 14° con 16,99 m, 336 punti e Sara Di Vita 17° con 6,92 m, 0 punti. Nel Giavellotto Cadetti Giulio Di Turi si classifica 16°con la misura di 24,41 m, 331 punti e Alberto Mariani 20° con 22,77 m, 293 punti. Nei 300 m Cadette Elena Longoni conclude 16° in 48”00, 564 punti, la seguono: Noemi Aglietti 21° in 49”04, 511 punti; Sara Rebosio 28° in 49”80, 474 punti e ILaria Longhin 46° in 53”24, 321 punti. Nei 300 m Cadetti a comandare il gruppo è Alberto Mariani che conclude più che dignitosamente 20° in 42”04, 548 punti, lo seguono: Carlo Visconti 48° in 46”38, 313 punti; Simone Alunni 54° in 47”64, 254 punti e Alessandro Coppolino 57° in 48”84, 202 punti. Nei 1000 m Ragazze, si fa largo nel gruppo una splendida puledra: Camilla Crivellaro che con una grinta non comune va a conquistare una lusinghiera 9° posizione in 3’37”74, 692 punti, la seguono: ILaria Braggion 13° in 3’42”32, 643 punti; Valentina Malvezzi 34° in 4’04”86, 422 punti; Claudia Cipriani 39° in 4’41”48, 143 punti e Silvia Gallo 40° in 4’46”14, 114 punti. Nei 1000 m categoria Ragazzi, è il sempre più intraprendente cavallo di razza: Vittorio Braccia a condurre il branco, conclude ottimamente la sua cavalcata 2° in 3’07”04, record personale (precedente 3’29”16) 721 punti, lo seguono: Luca Alfieri 14° in 3’26”82, 473 punti; Massimiliano Fort 25° in 3’49”78, 241 punti; Alberto Paro 33° in 4’01”20, (precedente 4’41”00) 148 punti e Andrea Montagner 35° in 4’04”22, 126 punti. Nei 1000 m Cadette, è Alice Posenato a capitanare il nostro mezzofondo, conclude la sua bella gara: 6° in 3’25”62, 629 punti, seguita da: Aurora Iorio 17° in 3’46”02, 411 punti e Sara Di Vita 19° in 4’23”58, 102 punti. Nei 1000 m Cadetti, è Giulio Di Turi a tenere alta la bandiera viola, conclude dignitosamente 13°in 3’22”32, record personale (precedente 3’29”16) 293 punti. Nella 4 x 100 Ragazze, cercano di fare del loro meglio: Cipriani, Gallo, Malvezzi e Crivellaro, concludono 21nesime in 1’08”80, 412 punti. Nella 4 x 100 Cadette, ce la mettono tutta: Posenato, Rebosio, Aglietti e Longhin, che terminano 13esime in 58”76, 521 punti. Nella 4 x 100 Cadetti, sono: Coppolino, Alunni, Di Turi, Mariani a provarci, terminando al 9° posto in 54”16, 416 punti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*